Battuta di vitello con burrata, nocciole e Tartufo Nero Pregiato

Pubblicato da Alessia Freretti il

La battuta di carne è un secondo piatto molto apprezzato della cucina italiana. Prepararla è molto facile, ma sono necessari alcuni piccoli accorgimenti per ottenere un buon risultato: la scelta della carne è essenziale, che deve essere abbastanza spessa e morbida.

La tenerezza della carne dipende dalla genetica dell’animale ma non solo, anche e dal metodo di cottura, dal processo di macellazione, lavorazione e la frollatura. Si tratta di un processo di “invecchiamento controllato”, che consente agli enzimi di agire sui tessuti, frammentando il collagene e permettendo il rilassamento delle fibre muscolari. In teoria tutta la carne dopo la macellazione dovrebbe essere sottoposta a frollatura in cella frigorifera, con tempistiche diverse (da 10 a 30 giorni, o anche molto di più) in relazione alla razza, al genere, al tipo di fibre e all’età dell’animale.

Procediamo con la ricetta! È importante utilizzare un coltello molto affilato e tagliare la carne gradualmente, da pezzi più grandi a pezzi più piccoli.

Buon pregiato appetito!

Stampa
clock clock icon cutlery cutlery icon flag flag icon folder folder icon instagram instagram icon pinterest pinterest icon facebook facebook icon print print icon squares squares icon

Battuta di vitello con burrata, nocciole e Tartufo Nero Pregiato


  • Autore: alessia_freretti_
  • Tempo di preparazione: 20
  • Tempo totale: 20
  • Porzioni: 4 1x
  • Dieta: Senza Glutine

Descrizione

Un secondo piatto gustosissimo, fresco e pregiato. Facile da preparare. Potete presentarla anche come antipasto, decidete voi.


Moltiplica

Ingredienti

  • 300 g di fesa di vitello frollata
  • 100 g di burrata
  • 20 g di colatura di alici
  • 40 g di Tartufo Nero Pregiato
  • Nocciole tostate
  • Olio di nocciole q.b.
  • Insalatina di misticanza q. b.
  • Rucola q.b.
  • Acqua fredda

Istruzioni

  • Battere al coltello la carne, condire con qualche goccia di colatura, un paio di cucchiai di acqua fredda e olio di nocciole.
  • Pressare con una formina parte della tartara creando un incavo, poi inserirvi la burrata e ricoprire con la restante carne.
  • Far raffreddare.
  • Sformare la tartara su un piatto, disponendo qualche fiocco di burrata intorno.
  • Aggiungere sulla tartara il Tartufo Nero Pregiato a fette, l’insalata, dei pezzi di nocciola tostata, un filo d’olio e qualche fiocco di sale.

Note

Come pulire Tartufo Nero Pregiato: CLICCA QUI

Come conservare Tartufo Nero Pregiato: CLICCA QUI

  • Categoria: Secondi piatti
  • Cucina: Italiana

Valori nutritivi

  • Porzioni: 4
  • Calorie: 217
  • Zuccheri: 0g
  • Sodio: 447.7mg
  • Grassi: 10.4g
  • Grassi saturi: 1.8g
  • Carboidrati: 3.3g
  • Proteine: 27.2g
  • Colesterolo: 69.8mg

Parole chiave: battuta di vitello, tartufo nero pregiato, secondi piatti, secondi con tartufo

 


Alessia Freretti

Sono Alessia Freretti, ho 34 anni e vivo da 12 anni con mio marito e le mie due bambine in un piccolo paese nella provincia di Brescia. Sono diventata mamma giovanissima: quando è nata la mia prima bimba avevo solo 21 anni. Nonostante il mio lavoro full time come impiegata, riesco sempre a ritagliarmi degli spazi per i miei numerosi hobby. Adoro correre all'aria aperta, giocare a tennis, allenarmi in palestra, crearmi abiti su misura, e cimentarmi in cucina. Si, durante la mia settimana riesco a trovare il tempo per svolgere tutte queste attività. In cucina la mia passione più grande è sempre stata sempre quella di creare e sperimentare qualcosa di nuovo, soprattutto in ambito dolciario. Ho iniziato a decorare torte un po’ più complicate e particolari in occasione dei compleanni delle mie bambine e man mano ho migliorato la mia tecnica con la pratica. Solo recentemente mi sto appassionando al mondo della cucina gourmet. Mi piace sperimentare ogni settimana un ingrediente “nuovo” creando un piatto che abbia oltre ad un buon gusto, un aspetto raffinato e ricercato.

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *